Category:
RIBES NERO
02 Febbraio 2018 10:19 am     A+ | a-

RIBES NERO (NIGRUM): TRA I FRUTTI PIU' TERAPEUTICI (CORTISONE-LIKE) ED ANTITUMORALI IN ASSOLUTO!!

controllando la tabella ORAC, che ci indica quali alimenti esplichino con maggiore incisivita' l'azione antiossidante, ho notato che il #RibesNero e' sempre inserito nei primi tre/cinque posti con le bacche di #acai, quelle di #goji, i frutti di bosco e il #sambuco (vedasi i post specifici).
debbo ammettere che se anche viene superato per potere antiossidante dalle bacche di acai e di goji, il ribes nero esplica un'attivita antitumorale forse superiore alle bacche che lo precedono per potere antiossidante. analizzando le sostanze ad azione antitumorale in esso contenute sono rimasto a dir poco sbalordito!! 

il RIBES NERO contiene le seguenti sostanze,tutte ad azione antitumorale documentata:
- polifenoli/flavonoidi
- acido ellagico
- acido gallico
- acido caffeico
- acido silicico
- antociani, antocianine, antocianidine, proantocianine
- caretinoidi
- tannini 
- melatonina
- terpeni

del RIBES nero si utilizzano a scopo terapeutico tutte le parti aeree della pianta che, nelle FOGLIE, contiene:
- EGCG epigallocatechina
- quercetina, isoquercetina (flavonoide)
- kaempferolo (flavonoide)
e i seguenti #TERPENI e acidi presenti anche nella #CANNABIS
- cariofillene
- cadinene
- terpinolo
- acido caffeico
- acido silicico

I FRUTTI contengono:
- flavonoidi come 
#quercetina
#kaempferolo
- rutina
- mircetina
- carotenoidi
- tannini (come la prodelfidina che agisce in sinergia alle antocianidine)
- antocianidine
- acido ellagico
- vitamine quali la A, la C, molte del gruppo B (niacina, riboflavina, tiamina, acido folico), e la K oltre che
- minerali come ferro, magnesio e potassio.

chi segue la nutraceutica e lo studio degli alimenti avra' gia' capito dall'elenco delle sostanze che ci troviamo di fronte ad un mix letale per il tumore! ogni sostanza elencata fin'ora, fra le quali alcune delle quali esamineremo le azioni nel dettaglio, sono potenti antitumorali.

il RIBES NERO e':
- antistaminico
- antinfiammatorio
- analgesico
- diuretico
- dimagrante
- ipoglicemizzante
- antimicotico
- antivirale
- antiossidante
- detossificante
- antitumorale.
tra i tanti frutti e' quello che meglio di ogni altro esplica azioni cortisone-like cioe' simili a quelle del cortisone, rientrando di diritto tra i re degli antistaminici nonche' antinfiammatori-antidolorifici naturali e ad ad azione analoga a quella dei farmaci di ultima generazione quali aspirina e ibuprofene, inibendo la ciclossigenasi (COX-2), prostaglandine e gli enzimi collagenasi ed elastasi. l'effetto antinfiammatorio e analgesico e' paragonabile a quello dimostrato dai FANS quali l'indomectina.
tale lodevolissima azione antinfiammatoria, e al contempo la prima delle azioni antitumorali del RIBES NERO (in quanto la ciclossigenasi abbonda nel tessuto canceroso e pare giocare un ruolo chiave sia nell'insorgenza che nello sviluppo del male), e' favorita dai polifenoli-bioflavonoidi kaempferol e quercetina.

la QUERCETINA e' forse, assieme all'EGCG, uno dei polifenoli piu' utilizzati in ambito medico e oncologico. contrasta ogni fase del tumore dimostrando azioni antiangiogenetiche, apoptotiche e antimetastatiche.
la sua azione antivirale e' talmente potente che viene utilizzata per trattare sia l'HIV che l'AIDS, che ancora l'HCV, il virus dell'
#epatiteC, del quale attacca due proteine cellulari chiave per l'infezione, riducendo il livello del virus nell'organismo e portandolo all'estinzione.
la quercetina e il kaempferol attivano le 
#sirtuine, i geni antinvecchiamento e ad azione dimagrante: aiutano infatti il corpo a convertire il grasso di deposito (bianco) in grasso utilizzato a scopo energetico (marrone e beige).
la quercetina esplica un'azione glutatione-like e ne stimola la produzione dal parte del corpo. il glutatione e' il piu' potente detox endogeno e nel sambuco, lavora in sinergia, come vedremo piu' avanti, con un altra sostanza che ne rafforza l'azione detossinante (acido silicico).

l'EGCG o epigallocatechina, diventata famosa grazie alla sua concentrazione nel the verde, fitoterapico quest'ultimo che ne possiede grandi quantita', e' altresi' presente anche in buone concentrazioni nel RIBES NERO e nelle preparazioni galeniche che prevedano sia l'estratto secco delle foglie che il succo delle bacche abbinati.
l'EGCG, altro potentissimo antiossidante, pensate che lo e' 20 volte piu' della vitaminaE (la piu' antiossidante delle vitamine e per altro, come summenzionato, presente nel ribes nero), interagisce con l'enzima proteasi, prodotto anche dalle cellule cancerose in fase di metastasi.
l'EGCG blocca inoltre l'enzima dell'u-plasminogeno prodotto in gran quantita' dalle cellule tumorali e grazie al quale attaccano il tessuto vivente.
l'EGCG inibisce anche la talomerasi, l'enzima che rende immortali le cellule tumorali.
l'EGCG inibisce la crescita di tessuto canceroso legandosi ad una proteina presente sulla superficie esterna delle cellule, la laminina.
l'EGCG si e' dimostrata valida nel trattamento del tumore della pelle, del fegato, dell'intestino, contro il glioma, sulla leucemia, e nel tumore del polmone.
a proposito di quest'ultima patologia, il Giappone ha il piu' alto tasso di fumatori ma il minor numero di tumori al polmone; cio' e' stato correlato all'alto consumo di alimenti contenenti EGCG.

la RUTINA e' un altro flavonoide antiossidante dalle azioni antitumorali gia' piu' volte studiate e documentate negli ultimissimi anni.
se abbiamo parlato di giapponesi e 
#epigallocatechina, si sappia che similmente, tra i cinesi, i piu' esposti all'inquinamento atmosferico e al benzene (per altro tabagisti non meno incalliti dei giapponesi), quelli dediti al consumo di alimenti contenenti #rutina pare siano protetti dallo sviluppare il cancro al polmone.
altre ricerche ne confermano con successo l'impiego nel trattamento del cancro al seno, al cervello, alla prostata, all'intestino, al rene. la sua azione antiossidante potenzia quella della vitaminaC.
inibisce la formazione di trombi nelle vene perche' riduce la produzione di fibrina. tale azione, abbinata a quella antiaggregante piastrinica e cioe' al contrastare la formazione di coaguli nelle aterie, rende il sambuco un ottimo rimedio per i problemi di circolazione e microcircolazione sanguigna. il sambuco evita i depositi di colesterolo cattivo, LDL, e di trigliceridi.
la rutina e' un ottimo antinfiammatorio che agisce spegnendo il fattore NF-KB, e' ipotensiva e ipoglicemizzante.

ANTOCIANI
le antocianine, le 
#antocianidine e le proantocianidine, tutte presenti nei frutti del ribes nero, potenti antiossidanti, esplicano azioni antiangiogenetiche e antiproliferative nei confronti delle cellule tumorali, impedendo che creino nuovi vasi sanguigni per trarne nutrimento; contrastano il fattore di crescita endoteliale VEGF, proteina associata all'angiogenesi.

ACIDO CAFFEICO
questa preziosa sostanza che caratterizza il caffe' e ad altri alimenti, e presente in buone concentrazioni nel RIBES NERO, e' un ottimo antitumorale che agisce ingannando le cellule tumorali, le quali, sotto la sua azione, ritengono di non poter trovare nutrimento, lasciandosi morire.
gli studi:
- nel 2000 un primo studio ufficiale ne provo' l'azione contro il cancro orale.
- nel 2003 uno studio dimostro' che l'acido caffeico bersaglia una sostanza chimica (NF-KB) che aiuta a riprodurre un particolare tipo di vellula de cancro al seno (MCF-7), provocandone l'apoptosi.
- nel 2014 un altro studio ne dimostro' l'attivita' antitumorale sul tumore del colon.
- nel 2015 uno studio svedese compiuto alla Lund University, nel quale sono state analizzate oltre 1000 pazienti oncologiche affette da neoplasia mammaria, ha dimostrato che l'acido caffeico riduce la dimensione del tumore e ne blocca la crescita. le donne che consumavano almeno due tazzine di caffe' (ma la stessa dose in esse contenuta di acido caffeico la si puo' ricavare da un paio di bicchieri di succo di ribes) evidenziavano la meta' delle recidive neoplastiche rispetto a quelle che non consumavano cibi contenenti acido caffeico in alte concentrazioni.
gli studi dimostrano un forte potere apoptotico da parte dell'epigallocatechina, capace cioe' di indurre alla morte programmata (suicidio indotto) le cellule tumorali.

ACIDO ELLAGICO
sull'
#AcidoEllagico vi rimando ai vari post nei quali ne ho ampiamente illustrato l'azione antiossidante e antitumorale. trattasi di un potentissimo anti-cancro capace di indurre il G-arrest o blocco della crescita in 48 ore e indurne la morte per apoptosi nel giro di 72 ore secondo uno studio su un gruppo di 500 pazienti, con la tecnica del doppio cieco, dall'Hollong Cancer institute presso l'Universita' della Carolina (USA). 
l'acido ellagico induce all'apoptosi le cellule tumorali rallentando la degradazione della proteina p53, potente antioncogeno in grado di rallentare e sopprimere le cellule tumorali nascenti.

IPERINA
trattasi di una sostanza che spesso viene aggiunta ai farmaci sedativi e antidepressivi che esplica azioni anche analgesiche.

ACIDO SILICICO
il silicio nei suoi composti e derivati e' da ritenersi un valido antitumorale preventivo ed un ottimo detox. tutti i rimedi piu' efficaci nel disintossicare il corpo contengono silicati, silicio o acido silicico, come ad esempio le famose zeoliti (
#enterosgel).
il potere diuretico e la presenza di piu' fattori come l'acido silicico e la quercetina (glutatione-like), fanno del #ribesnero un ottimo disintossicante e detossinante!

come summenzionato, il ribes nero contiene anche melatonina che sappiamo bene essere uno dei principali fattori antitumorali, antiossidanti, antiaging e antidepressivi endogeni. abbinata all'iperina (come preaccennato), la melatonina presente nel ribes nero, se assunto di sera (in assenza di luce solare) esplica un'azione soporifera che favorisce il sonno.

CAROTENOIDI
altra classe di sostanze ad azione antiossidante e antitumorale talmente incisiva che vengono inseriti in molti protocolli oncologici (vedasi MDB Metodo Di Bella solo per citarne uno), esplicando azione antiangiogenetica, apoptotica e antimetastatica.

AVVERTENZE: il RIBES NERO per via del suo potere antiaggregante puo' aumentare l'azione dei farmaci specifici quindi si consiglia di rivolgersi sempre al medico curante prima di inserirlo nella propria integrazione alimentare.

non puo' certo bastare cio' che ho riassunto per elencare le infinite virtu' terapeutiche di questo preziosissimo frutto ma sicuramente, dopo aver letto questo post, capirete l'importanza del doverlo inserire sia come alimento (ogni qual volta sia possibile reperirlo appena prodotto e BIO) che come integratore sotto forma di estratto secco o succo.

 

Nessun commento
Lascia un commento
Nome
* Email (non sara' pubblicata)
*
Simple catpcha image *Entra codice di verificazione
* - Campi richiesti
 
VECCHI POST HOME NUOVI POST