Category:
CANNABIS E TERPENI
Febbraio 13th, 2018 12:33 pm     A+ | a-

CANNABIS: OLIO DI CBD/CBG + TERPENI NEI PROTOCOLLI ONCOLOGICI, DELLA TERAPIA DEL DOLORE E ANTINFIAMMATORI.

il titolo del post, ovviamente, accenna solo ad alcune virtu' terapeutiche della incredibile sinergia di alcune sostanze della cannabis acquistabili senza l'obbligo di ricetta medica, e nello specifico del #cbd, del #cbg e dei terpeni.
le sostanze appena menzionate, non generano effetti psicotropi, come invece fa il #thc, altra sostanza presente nei fiori e nei preparati della cannabis farmaceutica per la quale e' necessaria la ricetta medica, ma mantengono una vasta gamma di applicazioni terapeutiche degnissime di nota!

il CBD (di cui vedete l'olio titolato al 5% in una delle foto a corredo del post) e':
- ANALGESICO-ANTIDOLORIFICO. agisce sui recettori vanillinici (TRPV1), conosciuti per la mediazione sulla percezione del dolore. come analizzeremo in seguito riguardo la sua azione antidepressiva, attivando il recettore della serotonina agisce sulla percezione del dolore. altra azione analgesica e' da imputarsi al ritardo della ricaptazione di altri neurotrasmettitori endogeni come l'
#anandamide ovvero il THC endogeno, dal potente effetto antidolorifico. l'azione antinfiammatoria e' altresi da ascriversi anche all'inibizione della ciclossigenasi (enzima infiammatorio responsabile anche del dolore neuropatico e della proliferazione del tessuto canceroso, come esamineremo). 
- ANTINFIAMMATORIO, diminuisce infatti la produzione di citochine pro-infiammatorie e diminuisce l'attivazione del fattore STAT1 indotta da LPS, fattore chiave nei processi infiammatori come pure lo e' la COX-2 (ciclossigenasi), altro fattore pro-infiammatorio del quale inibisce sia la sintesi che l'attivita' al pari di farmaci come l'aspirina e l'ibuprofene.
il CBD riduce l'attivita' di NF-KB, via primaria di regolazione dei geni pro-infiammatori, e in contemporanea attiva il fattore STAT-3 trascrizione, che induce processi antinfiammatori.
- ANTITUMORALE. il CBD esplica diverse azioni anti-cancro. riallacciandoci al punto sora, ovvero alla sua azione antinfiammatoria, gia' capiamo uno dei primi effetti antitumorali. la COX-2, inibita dal CBD, e' infatti non solo un enzima proinfiammatorio ma anche abbondante nel tessuto tumorale.
il CBD influenza i recettori PPARs presenti sulla superficie del nucleo e la loro attivazione svolge azioni antiproliferative inducendo la regressione del carcinoma.

il CBD disattiva il recettore definito orfano il recettore GPR55 che se iperattivo promuove la proliferazione di cellule tumorali (studio effettuato nel 2010 dall'Universita' di Shangai).
il CBD e' antiangiogenico (arrestando la crescita del tumore), antimitogenico, antimetastatico.
- ANTIBATTERICO.
- ANTIEMETICO (anti-nausea e anti-vomito).
- ANTISCHEMICO.
- ANTISPASMODICO.
- ANSIOLITICO E ANTIDEPRESSIVO. a concentrazioni elevate o abbinato ad alcuni terpeni (mircene-limonene-linalolo) attiva direttamente il recettore 5-HT1A della 
#serotonina (il neurotrasmettitore del buon umore ma anche implicato nella modulazione di molti effetti neurologici e biologici includendo ansia, appetito, percezione del dolore, sonno, nausea e vomito).
- NEUROPROTETTIVO. i CBD agisce proteggendo i neuroni e stimolando la neurogenesi. e' impiegato nel trattamento di demenza senile, morbo di Alzheimer e di Parkinson, SLA, SM, epilessia ecc..
- ANTIDIABETICO-ANTIOBESOGENO. il CBD e' direttamente coinvolto nella regolazione genica metabolica insulinica.
il CBD agisce sui recettori PPARs, come visto riguardo il paragrafo delle azioni antinfiammatorie, regolatori dei geni coinvolti nell'assorbimento lipidico, della sensibilita' dell'insulina ed altre funzioni metaboliche.
IL CBD E' AL CONTEMPO DIMAGRANTE E ANTICATABOLICO, favorisce cioe' il dimagrimento laddove ce ne sia la necessita' ed impedisce il deperimento fisico impedendo che venga distrutto il tessuto muscolare a scopo energetico.

nella foto dell'olio di CBD vedete anche l'olio di CBG titolato al 2.5%.
il CBG, altro componente non psicotropo della cannabis, e':
- ANTIBATTERICO.
- ANTINFIAMMATORIO.
- ANTITUMORALE (antiproliferativo).
associato al CBD e ai TERPENI ne incrementa le azioni specificate.

nella foto riguardante i prodotti estratti dalla #cannabis, oltre ai due olii (di CBD e CBG) potete notare 2 dei 6 TERPENI attualmente disponibili come integratori alimentari.
i #terpeni sono contenuti in molti fiori, frutti e fitoterapici ed esplicano azioni di rinforzo a quelle del CBD e del CBG. 
il MIRCENE (che troviamo, oltre che nella canapa, anche nel mango, nella citronella, nell'alloro, nel timo, nella #nocemoscata, nella #verbena e nel #luppolo), e':
-ANTIMICROBICO
- ANTISETTICO
-ANTIOSSIDANTE
-ANALGESICO
-ANTICARCINOGENO (blocca l'azione dei citocromi, le aflatossine B, ed altri promutageni).
- SEDATIVO

il #myrcene aumenta il livello massimo di saturazione dei recettori CB1. consente agli effetti dei cannabinoidi di penetrare con maggiore facilita' la barriera emato-encefalica.
- MIORILASSANTE
- ANTISPASTICO
- ANALGESICO grazie alla sua azione sul rilascio di
 #endorfine.

il LINALOLO e' un terpene che ritroviamo anche nell'alloro, nella cannella, nella betulla, ed e' stato utilizzato da sempre come calmante e per favorire un buon sonno. riduce le infiammazioni polmonari e stimola le funzioni cognitive. il #linalolo e':
- ANSIOLITICO
- ANTICONVULSIVANTE
- ANTITUMORALE
- SEDATIVO
- SOPORIFERO
- SEROTONINERGICO.

il terpene CARIOFILLENE, che ritroviamo oltre che nella cannabis anche nel pepe, nei chiodi di garofano e nella cannella, puo' essere considerato un fitocannabinoide perche' si lega al recettore CB2 (non psicoattivo) in modo selettivo.
viene utilizzato dalle industrie del tabacco per esaltarne gli aromi.
in alte quantita' blocca gli ioni di calcio e potassio diminuendo la pressione esercitata sul muscolo cardiaco. il
 #betacariofillene e':
- ANTINFIAMMATORIO
- ANALGESICO
- ANTICANCEROGENO
alcuni studi:
- Fine Rosenfeld pain study, studio incentrato sull'importanza del sistema endocannabinoide nel trattamento del dolore cronico che ha rivelato come la somministrazione concomitante di CBD e CARIOFILLENE, per via orale, sia un'opzione efficace per la cura del dolore cronico.
- Harvath et al study, questo studio dimostra come il cariofillene sia un ottimo alleato per la prevenzione della nefrotossicita' associata a chemioterapia.
- Jeena, Lijuet et al study, in questo studio sono state analizzate le proprieta' dell'olio essenziale di pepe nero (il cui principio attivo e' proprio il cariofillene della cannabis) allo scopo di valutare le sue applicazioni farmaceutiche rivelando che il cariofillene possiede attivita' antinfiammatoria, antiossidante e ANTINOCICETTIVE (analgesiche, contrastanti cioe' il dolore nocicettivo solitamente trattato con oppiacei).

il LIMONENE e' sicuramente tra i terpeni piu' utilizzati in ambito medico possedendo virtu' antivirali, antinfiammatorie e antitumorali degnissime di nota: viene infatti impiegato per trattare HIV, AIDS, HCV, cancro mammario, dello stomaco, drll'intestino e del pancreas.
viene utilizzato dall'industria cosmetica, farmaceutica, alimentare e nell'agricoltura come valido insetticida.

il #limonene e':
- ANSIOLITICO
- ANTIMICOTICO
- ANTIBATTERICO
- ANTIVIRALE
- ANTITUMORALE. incrementa il sistema
 #glutation-s-tranferasi implicato nell'eliminazione di agenti tossici e cancerogeni. esplica azione antiproliferativa e apoptotica.
gli studi:
- nel 2011 uno studio dell'Universita' dell'Arizona, pubblicato su Oncology Reviews, ha scoperto che il limonene contribuisce a modulare il sistema immunitario esplicando effetti antitumorali.
- nel 2013, un secondo studio della stessa Universita', ma pubblicato sulla rivista Cancer Prevention, ha rivelato che il limonene previene la proliferazione cellulare tumorale riducendo le dimensioni del tumore. lo studio fu effettuato su 40 donne affette da cancro al seno.
- un terzo studio, della solita universita', poco dopo confermo' i risultati ottenuti nei due studi precedenti!!
- nel 2014, da uno studio condotto in Francia e pubblicato sulla rivista Anti-Infiammatory and Anti-Allergy Agents in Medicinal Chemistry, e' emerso che il limonene inibisce la COX-2 esplicando cosi' azione antinfiammatoria e antitumorale. 
altri studi sul limonene:
- TsudaH, Oshima Y, Nomotoh et al Cancer Prevention by natural compounds, in drugs met. Pharmacokinet, vol 19 n4 Agosto 2004, pp 245-63.
- Jidong Sun PhD (2007) D-Limonene: Safety and Clinical Application Alternative Medicine Review.
- Cancer Chemoprevention and Therapy by Monoterpenes. MN Gould. Environ Heat Perspect.

il PINENE presente oltre che nella cannabis anche nel pino e':
- ANTINFIAMMATORIO
- ANTIOSSIDANTE
- ANTITUMORALE
gli studi:
- Anti/Tumor effect of
 #Pinene on Human Hepatoma Cell Lines throght inducing G/2 cell cycle arrest (Weiqiang Chena).

il TERPINOLENE e':
- ANTICANCEROGENO
-ANTIOSSIDANTE
- SEDATIVO.

direi che c'e' da rimaner sbalorditi dalle possibili sinergie che possiamo creare abbinando i singoli terpeni a cbd e cbg.
i terpeni potete usarli per insaporire i cibi (primi piatti, secondi piatti, contorni e macedonie di frutta) o aggiungerli direttamente agli olii di cbd e cbg. solitamente sono consigliate dalle 4 alle 8 gocce per volta.
potete anche aggiungerli alle tisane e alle bevande, birra artigianale e vino non industriale inclusi.

Nessun commento
Lascia un commento
Nome
* Email (non sara' pubblicata)
*
Simple catpcha image *Entra codice di verificazione
* - Campi richiesti
 
VECCHI POST HOME NUOVI POST