Category:
PESCA
11 Luglio 2018 11:58 am     A+ | a-

PESCA: SCOPRIAMONE LE INCREDIBILI AZIONI ANTITUMORALI E ANTINFIAMMATORIE!

come saprete, la nutraceutica oncologica, cosi' come amo definire lo studio degli alimenti dotati di azione farmacologica-antitumorale, e' diventato da qlc anno uno dei miei interessi primari. essendo preparatore atletico, da decenni studio la nutrizione dello sportivo, e l'alimentazione in generale, e debbo ammettere che le scoperte degli ultimissimi anni sono davvero degne di nota e ci permettono di capire come gli alimenti, opportunamente scelti, a volte, possano integrarsi ottimamente alle terapie convenzionali, aumentandone le azioni terapeutiche e al contempo diminuendone i danni all'organismo. l'alimentazione, assieme alla pratica dell'esercizio fisico, svolge un ruolo primario nella prevenzione delle malattie ed e' compito del preparatore atletico dispensare consigli in ambito dietetico, pur senza sostituirsi alle figure specialistiche, alle quali spetta il compito di preparare diete e piani nutrizionali.
tra i frutti estivi a spiccata azione antitumorale, la #pesca e la #nettarina si collocano sicuramente e degnamente tra i primi posti.
il pesco, della stessa famiglia del prugno, del ciliegio, dell'albicocco e del mandorlo (#drupacee), e' simbolo di prosperita' e immortalita'. sopporta temperature che vanno dai -18/20 ai +40! originario del medio-oriente, il pesco attualmente viene coltivato intensivamente in grecia, turchia, spagna, cina e italia, che da sole rappresentano ben il 70% della produzione mondiale.
i suoi frutti vengono da sempre consigliati per proteggere da cancro, osteoporosi, malattie cardiache, disfunzioni epatiche e per depurare e detossificare l'organismo.
una pesca al giorno apporta il 15% del fabbisogno giornaliero di vitC. la pesca e' antipertensiva e se consumata matura, esercita anche un leggero effetto lassativo, mentre, al contrario, se consumata all'inizio del processo di maturazione ha funzioni astringenti e antidiarroiche.
la pesca e' ricca di vitA (#betacarotene), B1, B2, B3 ,B5, B6, C, K1, J, B17 (nella mandorla contenuta nel nocciolo del seme).
gia' dal profilo vitaminico c'e' da capire il perche' esplichi azioni antiossidanti e antitumorali. 
la vitamina A ed il betacarotene (che verra' trasformato dal corpo in vitA) svolgono una vasta gamma di azioni antitumorali:
- esercitano un effetto protettivo sulle membrane cellulari
- diminuiscono la perossidazione lipidica
- aumentano il glutatione (azione sinergica a quella della quercetina e dell'acido ellagico, altri due flavonoidi contenuti nella pesca, come vedremo), il piu' potente detox endogeno, deputato alla neutralizzazione e all'eliminazione dei metaboliti tossici e cancerogeni.
- esercitano un effetto antiproliferativo diretto sulle cellule tumorali, sopprimendone sia la mobilita', che la sintesi, che la proliferazione cellulare.
- provocano la morte della cellula neoplastica per apoptosi (suicidio indotto), attraverso l'attivazione di enzimi proteolitici, le caspasi, e la degradazione del fattore di trascrizione generale Sp-1.
- esercitano un effetto protettivo su retina e pelle (azione sinergica a quella esplicata da altri due carotenoidi presenti nella pesca e che esamineremo: la zeaxantina e la luteina).
la vitamina B17 o #Laetrile o #Amigdalina, e' presente nella mandorla amara contenuta all'interno del nocciolo o seme, caratteristica che la pesca condivide con l'albicocca, la ciliegia, la prugna. tale vitamina e' stata qualche decennio fa largamente studiata per le applicazioni in ambito oncologico in quanto eserciterebbe un forte potere citotossico sulle cellule tumorali. a causa del contenuto in cianuro delle mandorle amare dei noccioli di tali frutti, si raccomanda di non superare le dosi consigliate. solitamente un buon effetto preventivo senza effetti collaterali lo si ottiene consumando 5-10 mandorle amare al giorno dopo i due pasti principali.
proseguendo nell'analisi delle sostanze contenute nella pesca, troviamo polifenoli, folati, flavonoidi, e carotenoidi tra cui il betacarotene, come visto in precedenza, ma anche luteina e zeaxantina.
la #luteina e la #zeaxantina sono xantofille dal forte potere antiossidante e antitumorale. proteggono come la vitA e il betacarotene dai danni dei raggi UV a carico della pelle e degli occhi e sono impiegate per la cura di tumori del seno, della prostata, della pelle e dell'utero.
la pesca e' ricca di #antocianidine, una classe di polifenoli responsabile del color rosso, arancione, viola e blu di frutti e fiori che esplica una potente azione antiossidante e antitumorale. le antocianidine bloccano la sintesi del DNA e quindi la crescita cellulare. inibiscono l'angiogenesi, ovvero, il processo della formazione di nuovi vasi sanguigni utilizzati dalle cellule malate per trarne nutrimento, bloccando i recettori della VEGF (associati proprio al processo dell'angiogenesi).
le #pesche e le #nettarine, nonostante non venga quasi mai specificato, sono un'ottima fonte di due isoflavonoidi tra i piu' studiati e impiegati come sostanze antiage, antiossidanti, antinfiammatori e antitumorali, ovvero la #quercetina e l'acido ellagico. sissignori, non solo vino rosso, melograne, e frutti di bosco contengono queste due preziose sostanze, ma anche le pesche, in special modo alcune varieta' come la Elegant lady e la Carson.
quercetina e #AcidoEllagico:
- svolgono una notevole azione antinfiammatoria, contrastando sia la sintesi che l'attivita' della cicloossigenasi (COX-2) direttamente correlata ai processi di infiammazione e di neoangiogenesi delle cellule tumorali.
- la quercetina si dimostra attiva in ogni stadio della genesi e dello sviluppo del cancro contrastandone l'angiogenesi, la proliferazione e il processo metastatico.
- la quercetina essendo estrogenica, si dimostra particolarmente attiva nei confronti dei tumori ormono-sensibili, quali il tumore della prostata (azione antiandrogenica) e del seno.
- la quercetina esercita un'azione glutatione-like, detossicando da metaboliti tossici e cancerogeni (azione sinergica a quella del betacarotene).
- l'acido ellagico induce all'apoptosi le cellule tumorali.
- l'acido ellagico rallenta il processo di distruzione della p53, una proteina considerata un potente antiossidante e antioncogeno in grado di rallentare e sopprimere le cellule tumorali nascenti.
- l'acido ellagico si e' dimostrato chemioprotettivo nei tumori della prostata, del polmone, del seno, del colon e della pelle .
- l'acido ellagico riduce l'assorbimento delle nitrosammine, pericolose tossine tumorali indotte dal cibo e dall'ambiente.
- l'acido ellagico inibisce le formazioni cellulari maligne formando degli addotti col DNA impedendo cosi' alle cellule mutate di sostituirsi alle sane.
sia la quercetina che l'acido ellagico attivano le #sirtuine, geni della longevita' che esplicano anche una potente azione dimagrante, convertendo il grasso bianco di deposito, in grasso bruno, utilizzato a scopo energetico.
ricercatori texani hanno recentemente scoperto che i polifenoli della varieta' Rich Lady, sono in grado di ridurre l'espressione genica della metallo proteinasi -2, 3 e 13. le metallo proteinasi sono enzimi che permettono alle cellule tumorali di infiltrarsi nel tessuto sano degradando il tessuto connettivo circostante. la somministrazione di 0.8-1.6 mg/gg di estratto di polifenoli della Rich Lady ha inibito le metastasi polmonari favorendo la regressione tumorale. i ricercatori pensano che la dose ottimale per un uomo di 70 kg sia di 380/400 mg/gg.
la pesca e' ricca di minerali e oligoelementi quali potassio, zinco, ferro, calcio, fosforo, magnesio, fluoro, manganese, rame, boro e selenio. anche il selenio esplica azioni #antiage, antitumorali e detossicanti che aumentano grazie alla sinergia con la quercetina e il betacarotene (come visto in precedenza).
i composti della buccia e la fibra della polpa della pesca riducono i livelli di LDL (colesterolo cattivo) e aumentano quelli di HDL (colesterolo buono).
la presenza di vitamine del gruppo B aiuta la produzione di bile per digerire i grassi, interviene nella metabolizzazione delle proteine e nel bilanciare gli ormoni naturalmente, e aumenta le capacita' immunitarie.
sfruttate il periodo di fine estate per gustarvi le deliziose nettarine a pasta bianca ovviamente bio!!
Nessun commento
Lascia un commento
Nome
* Email (non sara' pubblicata)
*
Simple catpcha image *Entra codice di verificazione
* - Campi richiesti
 
VECCHI POST HOME NUOVI POST