Category:
MANDARINO TANGERINO E CLEMENTINE
Ottobre 13th, 2017 11:49 am


LE INNUMEREVOLI SOSTANZE AD AZIONE ANTITUMORALE-ANTINFIAMMATORIA-ANTIOSSIDANTE PRESENTI NEL MANDARINO TANGERINO!!
Il 
#mandarino definito #tangerino o piu' comunemente mandarancio (e che vedete in foto), secondo studi recenti, svolgerebbe ottime azioni antitumorali grazie all'insieme di #bioflavonoidi e terpeni in esso contenuti in quantita'.
tra i bioflavonoidi piu' attivi contro le neoplasie maligne contenuti nel mandarino tangerino, troviamo La 
#tangeretina, capace di penetrare nelle cellule tumorali cerebrali favorendone l'apoptosi e esplicando al contempo azione antiangiogenetica e antiproliferativa.
La 
#nobiletina, altro #flavone isolato nella buccia del mandarino, come la tangeretina, esplica azioni anticancerogenesi, inibendo la mutagenesi indotta da agenti cancerogeni e la divisione delle cellule tumorali. 
entrambi i flavoni, tangeretina e nobiletina, inibiscono i geni coinvolti nell'infiammazione, bloccando il legame di NF-Kappa B con DNA. la nobiletina inibisce gli enzimi infiammatori phospholipase A2, HMG-COA reduttasi, COX2 (cicloossigenasi), e della lipossigenasi. la nobiletina esplica azione chemiopreventiva. essa interferisce con le vie di trasduzione del segnale nella cellula cancerosa. blocca inoltre l'utilizzo dei fosfoinositidi da parte della fosfolipasi C e della Kinasi (Pl-3K) entrambe vie attivamente utilizzate dalle cellule tumorali per la loro crescita incontrollata. la nobiletina e' un ottimo antiossidante, agendo da scavanger nei confronti dei radicali (ROS).
La buccia di mandarino e in parte anche la polpa contengono inoltre altri bioflavonoidi attivi contro le cellule tumorali: rutina e luteolina, ma non solo, che esamineremo velocemente.
La 
#rutina inibisce il fattore endoteliale di crescita VEGF, elevato nei pazienti obesi, oncologici e che soffrono di infiammazioni croniche. contrasta i danni causati dall'inspirazione di benzopirene, limitando i seguenti marker tumorali: TNF-alpha, NK-KB, COX-2, BCL-2 (proprio grazie a quest'ultima azione induce all'apoptosi le cellule malate).
La 
#luteolina e' in grado di ridurre la crescita dei tumori della mammella se stimolati dalla progestina. e'inoltre apoptotica e inibisce la liberazione di prostaglandine, nitrito, e acido arachidonico, svolgendo un'ottima azione antinfiammatoria.
Tra i 
#flavonoidi del mandarino c'e' anche la #apigenina, dalla spiccata azione antiangiogenetica e antimetastatica. come la luteolina, esercita un'azione particolarmente degna di nota sui tumori alla mammella. la rivista scientifica Molecolar Cancer ha pubblicato uno studio che ne attesta la capacita' di bloccare le cellule cancerose del pancreas. viene ottimamente impiegata anche nei protocolli integrati, somministrata per 24 h prima delle 36 col chemioterapico (gemcitabina).
nel mandarino sono inoltre presenti la 
#narigenina, l'#esperidina, e la #delfidina, anch'esse ad azione antiossidante e antitumorale.
Il mandarino tangerino e' ricco di 
#quercetina, la quale si dimostra in grado di prevenire, contrastare, e curare il cancro, agendo in ogni fase dalla genesi allo sviluppo, fino a contrastarne le metastasi. blocca l'azione delle principali proteine responsabili dei processi di infiammazione e direttamente implicati nella carcinogenesi. aumenta l'azione del glutatione esercitando un'ottima azione detossicante. contrasta la formazione di placche nelle arterie e stimola la produzione delle sirtuine, i geni della longevita' implicati direttamente anche nei processi di dimagrimento, favorendo la conversione di grasso bianco, in grasso bruno, utilizzato a scopo energetico.
Tra i terpeni ad azione terapeutica antineoplastica, il 
#terpene sicuramente piu' famoso degli agrumi, anch'esso presente nel mandarino tangerino, e' il #limonene, potente antiossidante-antitumorale rivelatosi utile nella lotta contro il cancro al seno, e ultimamente in fase di studio per un'ampia gamma di patologie, oncologiche e virali. anch'esso stimola la produzione di glutatione, e favorisce la neutralizzazione e l'eliminazione delle cellule cancerose.
Tra i carotenoidi caratteristici del mandarino ve ne sono alcuni davvero notevoli per azioni antitumorali, 
#licopene in primis. non e' contenuto solo nel pomodoro e nelle albicocche ma anche nei mandarini. potentissimo antiossidante-antitumorale, si rivela particolarmente utile nei casi di cancro alla prostata e ai polmoni.
altro carotenoide importantissimo del mandarino tangerino e' il 
#betacarotene che: -esercita effetto protettivo sulle membrane cellulari.-diminuisce la perossidazione lipidica e aumenta il glutatione.- esercita un effetto antiproliferativo diretto sulle cellule tumorali, inibendone sia la mobilita' che la sintesi DNA.
vi sono infine altri due carotenoidi presenti nel mandarino, che esercitano azioni antiossidanti e antitumorali: La 
#zeaxantina e la #luteina, utilizzati contro il cancro della pelle, del polmone, dell'utero e della mammella!!
quasi tutte le sostanze elencate sono principalmente concentrate nel pericarpo, che e' l'abbinamento del flavedo (buccia esterna) e dell'albedo (buccia interna o scorza bianca), e alcune tracce si trovano anche nella polpa. 
La buccia di mandarini bio, la si puo' utilizzare per condirci le insalate, per prepararci tisane o cibi.
Molto utile anche l'olio essenziale ottenuto per spremitura a freddo, sia per uso esterno che interno.Le #clementine, varieta' di mandaranci, sono un'ottima fonte di preziose sostanze ad azione #antiossidante#antitumorale, #antinfiammatoria#detossicante...molte delle quali (#nobiletina#rutina,# luteolina#apigenina, #narigenina#esperidina#delfidina, #QUERCETINA#LIMONENE#LICOPENE#BETACAROTENE#zeaxantina#luteina!!) condivise col famoso mandarino antitumorale #tangerino 

Fabio Poli Personal trainer
ZAFFERANO
Settembre 28th, 2017 11:58 am


IL PREZIOSO ZAFFERANO:ANTITUMORALE-ANTIAGING-DIMAGRANTE ECC ECC 

lo #zafferano,e'davvero un fitoterapico incredibile (non a caso tra i piu costosi in assoluto),e l'insieme delle sue tante sostanze ad azione farmacologica,lo colloca di diritto tra i "rimedi"che dovremmo inserire piu'spesso nella ns integrazione alimentare.la polvere di zafferano (crocus sativus),viene ottenuta dall'essiccazione degli stigmi del fiore,assai coltivato in Sardegna,Abruzzo,Molise e Marche e Umbria. Lo zafferano e'uno dei componenti principali,assieme al lattice d'#oppio,della famosissima moderna teriaca,ovvero la panacea universale di Paracelso,il #Laudano,ahime',totalmente caduto nell'oblio e boicottato indegnamente dalle stesse lobby farmaceutiche che lo producevano,le quali preferiscono lucrare maggiormente sulla pelle dei pazienti affetti da dolore acuto o cronico,oncologici o meno,tramite tutt'un insieme di farmaci che il laudano sostituiva egregiamente!si preferisce prescrivere alcaloidi di sintesi abbinati a svariati analgesici e antidolorifici,sempre di sintesi,perche'ovviamente il loro costo e'maggiore,e maggiore diviene l'indotto economico nelle casse di Big Pharma!
Lo zafferano cura ben oltre 90 patologie dimostrandosi un ottimo:
1-#antiossidante:grazie alla funzione sinergica di carotenoidi,vitamine e terpeni (che esamineremo anche per l'azione anticancro).
2-#antinfiammatorio:dimostra azione inibente la cicloossigenasi.
3-#anticancro:dimostra attivita'antiproliferative,citotossiche e apoptotiche.uno studio pubblicato quattro anni fa sul numero di settembre di Hepatology (rivista pubblicata a nome dell'Associazione Americana per lo studio delle malattie epatiche),ha dimostrato in vivo,sui ratti,queste azioni antineoplastiche.i ratti,seguiti per piu'di 22 settimane,sono stati iniettati con DEN (cancerogeni ambientali) e,dopo due settimane,hanno ricevuto dosi giornaliere di 75 mg/kg,150 mg/kg e 300 mg/kg con estratti di zafferano.con 300 mg/kg,vi e'stata una inibizione completa dei noduli epatici,accompagnata a diminuzione della elevazione della Gamma-Glutamil-Transpeptidasi,alanina aminotranferasi e alfafeto-proteina,proteine che inducono danni al fegato. (vedasi anche,sotto,l'analisi dei principali componenti che esplicano le azioni anticancro).
4-#antidepressivo:utile nel trattamento della ricaptazione della serotonina nei depressi,(dimostra un'azione analoga alla Fluoxetina e al Prozac)
5-#anticolesterolo:abbassa i livelli di colesterolo cattivo,innalzando al contempo quelli del colesterolo buono.
6-#antiasmatico:migliora la respirazione ed e'efficace per sedare le crisi asmatiche,oltre che per guarire da patologie dell'apparato respiratorio causate da batteri e/o virus.
7-#antiobesogeno-ipoglicemizzante-termogenico:la sua azione dimagrante positiva,ovvero impattante a carico del tessuto adiposo e non su quello muscolare,lo rende ottimo nelle diete per le persone obese e in sovrappeso,nonche per i pazienti affetti da sarcopenia e cahessia di varia natura,inclusa l'oncologica.regola i livelli di zucchero nel sangue grazie al miglioramento della funzione insulinica,e aumenta la dispersione di calore corporeo,facilitando la conversione del grasso bianco di deposito,in marrone itilizzato a scopo energetico.
8-#sedativo  - #soporifero:era gia'nota ai tempi di Alessandro Magno la sua azione sedativa e soporifera,paragonabile a quella di un blando sonnifero,in quanto veniva gia'utilizzato in tal senso per prepararne un the da somministrare ai soldati di ritorno dalle guerre,onde potessero calmarsi e predisporsi al sonno ristoratore.
9-#cardiotonico
10-#afrodisiaco:qui viene il bello.una recente ricerca,ha dimostrato come lo zafferano iniettato nei topi,ne causasse un aumento delle concentrazioni intracellulari di GMP ciclico (CGMP) nei loro corpi cavernosi,che si traduceva in un rilassamento della muscolatura liscia degli stessi,aumento del flusso sanguigno,con un maggior numero di erezioni.le fluttuazioni di CGMP,non hanno pero'influenzato la produzione di testosterone,ne'di diidrotestoaterone.il particolare e'degno di nota perche'rende lo zafferano un valido integratore-afrodisiaco anche per i malati di carcinoma prostatico,in alcuni tipi dei quali,la stimolazione di testosterone potrebbe favorire il decorso della malattia.
ed eccoci all'analisi delle principali sostanze anticancerogene-antitumorali (ma non solo),presenti nello zafferano:
#carotenoidi fra cui spicca la #crocetina,dall'azione #antiangiogenetica e stimolante il sistema antiossidante endogeno (glutatione),che aiuta a scomporre ed eliminare tossine e metaboliti cancerogeni.
altro carotenoide interessante dello zafferano e la #crocina,dall'azione citotossica come il #terpene #safranale,che condivide con la #cannabis (con la quale lo zafferano si sinergizza ottimamente nell'esplicare azioni antitumorali,sedative,antinfiammatorie,antiossidanti,anticancro!).
Nello zafferano vi e'una sostanza volatile contenuta sia nella #NoceMoscata,nella #canfora,nella #vaniglia,nel #sassofrasso,nel #pepe,nell'#anice,nel #prezzemolo e nel #cacao,che viene utilizzata per produrre l'#MDMA comunemente definita #ecstasy,la droga tanto cara al popolo delle discoteche perche'facilita i rapporti sociali e il buon umore:trattasi del safrolo.
Lo zafferano contiene betacarotene e vitamine A e C,tutti potenti antiossidanti e anticancro.troviamo inoltre la vitB1,B2,B6.
Nello zafferano vi sono sia la zeaxantina (protegge la pelle e la vista,ed e'efficace sui tumori della pelle,dell'utero,del polmone e della mammella),e il licopene,anticancro per prostata e polmoni,(del quale e'assai ricco anche il pomodoro,che pero'essendo una solanacea,a volte viene sconsigliato in certi regimi dietetici).
Tra i terpeni dello zafferano condivisi con altri chemioterapici naturali (quali cannabis in primis),vi e'il limonene,tipico degli agrumi,candidato ad una vasta gamma di applicazioni terapeutiche,dall'HIV,all'HCV al tumore.innalza il livello degli enzimi deputati alla neutralizzazione e all'eliminazione dei cancerogeni,promuovendo il sistema GST (glutation-tranferasi).
Altro terpene dello zafferano e'il geraniolo,anch'esso antitumorale,chemioprotettivo,si sinergizza efficacemente a farmaci quali il 5-fluorouracile;modula inoltre la sintesi delle temutissime poliammine,ritenute un noto fattore di crescita tumorale.
Davvero una spezia miracolosa!!
Fabio Poli Personal trainer