Category:
MARMELLATA FRAGOLE,CANNELLA E SEMI DI PAPAVERO
Ottobre 19th, 2017 1:31 pm


MARMELLATA CASALINGA DI OLTRE DUE ANNI FA, ANTITUMORALE-ANTIOSSIDANTE-ANTIDOLORIFICA-ANTINFIAMMATORIA-DIMAGRANTE, ALLE #FRAGOLE, CANNELLA, SEMI DI PAPAVERO (DA #OPPIO) MIELE DI CANAPA, SUCCO DI LIMONE!!
la marmellata che vedete in foto l'ho preparata personalmente oltre due anni fa, nel giugno del 2015! non fatevi ingannare dalla foto del contenitore in vetro, l'ho utilizzato proprio perche' aveva la foto delle fragole ma dentro, non c'e' la marmellata pubblicizzata: c'e' la mia creazione nutraceutica! trattasi di una vera bomba antitumorale, antiossidante, analgesica, antinfiammatoria e dimagrante, anche se queste sono solo le principali azioni terapeutiche che esplicano le sostanze che contiene.
sull'azione antiossidante (e aggiungo antifungina e battericida) non vi sono dubbi...basta guardare l'ottimo stato della marmellata, il colore ancora vivo, come il profumo, l'assenza di muffe ecc peccato che non possiate sentirne il gusto.
ho lavato e tagliato le fragole mettendole dentro una pentola aggiungendovi:
- semi di papavero da oppio (papaver somniferum)
- miele alla canapa
- cannella
- succo di limone
e cuocendo a fuoco lento per qlc ora.
la #FRAGOLA e' tra i frutti a piu' alto tenore di vitaminaC (55 mg x 100 gr) e tra quelli piu' poveri di poliammine, i temuti mediatori della proliferazione cellulare, e' ipoglicemizzante e antinfiammatoria risultando, per tutti questi motivi, tra i cinque frutti piu' indicati nella dieta del malato oncologico!
la sinergia con gli altri ingredienti della marmellata ne esalta ogni azione terapeutica.
la fragola contiene i polifenoli (flavonoidi e antocianine) piu' utilizzati in ambito medico, quelli con piu' alto potere antinfiammatorio, antidolorifico, antitumorale, dimagrante.
nella fragola troviamo buonissime concentrazioni di #quercetina, acido ellagico,e kempferolo. trattasi di un trio d'eccellenza tra i piu'potenti attivatori delle #sirtuine, i geni della longevita' che tra i loro compiti svolgono anche quello di utilizzare il grasso di deposito trasformandolo in energia. sia la quercetina che l'acido ellagico contrastano ogni fase del tumore esplicando azioni antiangiogenetiche, citotossiche selettive, antproiferative e antimetastatiche. inibiscono inoltre i principali fattori pro-infiammatori, come la COX-2, al pari di farmaci come l'ibuprofene e l'aspirina, contrastando oltre che l'infiammazione anche la neoangiogenesi delle cellule tumorali. la quercetina e' un ottimo antivirale utilizzato per trattare l'epatiteC e l'HIV. tutti i flavonoidi elencati fluidificano i sangue e contrastano la formazione di placche e trombi, prevenendo l'infarto. contrastano il deposito di colesterolo cattivo e trigliceridi e agiscono come potenti ipoglicemizzanti;
- epicatechina, altra sostanza antiossidante con azioni antitumorali e dimagranti;
- narigenina, altro flavonoide antinfiammatorio, anti-cancro, antiossidante;
-acido salicilico, nota sostanza antinfiammatoria-antidolorifica con azioni antitumorali;
- fitestina, potente modulatore genetico in grado di proteggere il DNA dai danni provocati da malattie, stress e agenti intossicanti. anche la fitestina stimola le sirtuine ed e' ipoglicemizzante!
il #MIELE (i vegani possono sostituirlo con sciroppo d'agave o d'acero) svolge oltre 69 azioni terapeutiche nel ns organismo che sintetizzo in breve:
- e' antibatterico
- e' antivirale
- e'antiossidante
- e'antitumorale esplicando azioni antiangiogenetica, citotossica selettiva, apoptotica, antiproliferativa.
- e' antinfiammatorio
- e', nonostante il contenuto di zuccheri, modulatore del segnale di insulina con azione ipoglicemizzante.
il miele contiene come le fragole sia quercetina che acido ellagico oltre che preziosi oligoelenti e vitamine antiossidanti e antitumorali.
io ho utilizzato il miele ai fiori di canapa, tanto per apportare quel tocco in piu' di #terpeni, dei quali e' ricco il fiore di canapa, e che esplicano azioni antidolorifiche, antitumorali, antiossidanti.
la #CANNELLA e' tra le spezie a piu' forte azione ipoglicemizzante e termogenica-dimagrante.non solo! e' un potente antinfiammatotorio, antiossidante, antimicotico, battericida e antitumorale. ricercatori del City Hope Cancer Center hanno scoperto che le sostanze della cannella interferiscono con una proteina che aiuta i tumori a garantirsi la riserva di sangue e nutrimento. un altro studio recente dell'University of Arizona ha evidenziato nella cinnamaldeide l'induttore di Nrf2 (nuclear factor E-2 fattore-related 2), un regolatore della difesa cellulare antiossidante.
SEMI DI PAPAVER SOMNIFERUM
utilizzati da sempre a scopo analgesico, i semini di papavero contengono alcaloidi come morfina, codeina, papaverina in modeste quantita', tali da non generare fenomeni di tossicita' pur esplicando deboli azioni farmacologiche. nei semini del papavero da oppio e' presente la noscapina, un alcaloide che non genera assuefazione e dalla spiccata attivita' antineoplastica. anche basse dosi di morfina, secondo studi recenti, esplicano azioni antitumorali, impedendo al tessuto tumorale di crescere. tutti gli oppiacei e gli oppioidi sono i rimedi sovrani contro il dolore nocicettivo frequente nei casi di cancro.
SUCCO E SCORZA DI LIMONE
il succo di limone e' attivo contro 20 tipi di cancro e tantissimi ceppi virali. e' tra i piu' potenfi antiossidanti ed e' ricchissimo di vitaminaC e terpeni quali #limonene (particolarmente ricca ne e' la buccia che ho grattugiato nella marmellata) che esplica una forte attivita' antivirale (tanto da esser utilizzato per curare epatiteC e AIDS), antitumorale e di stimolo del sistema glutation-s-tranferasi implicato nei processi detox.
IN BREVE nella marmellata sono presenti :limonene + quercetina +acido ellagico + acido salicilico + vitaminaC + cinnamaldeide + codeina e morfina, i quali creano una vera bomba farmacologica naturale contro tumori, infiammazioni, virus e dolore!!
preciso che durante la cottura/evaporazione a basse temperature, una parte di vitamine venga persa, ma non tutta, perche' il miele e la cannella ne impediscono l'ossidazione totale! inoltre non esiste solo la vitaminaC, come esaminato nel post, infatti, la marmellata rimane ricchissima di polifenoli molti dei quali risultano, a parita' di peso, piu' concentrati nel prodotto ultimato rispetto agli ingredienti freschi. non scordate nemmeno che alcuni polifenoli, con la giusta cottura, aumentano la propria biodisponibilita'!
p.s. in sostituzione ai semi di papavero da oppio vanno bene anche quelli del comune rosolaccio.
Fabio Poli personal trainer

MELA
Ottobre 18th, 2017 1:39 pm

#MELA: TRA I FRUTTI PIU' ANTINFIAMMATORI, ANTITUMORALI E DIMAGRANTI IN ASSOLUTO!
la scienza dell'ultima ora sta sempre piu' confermando la validita' del vecchio adagio: "una mela al giorno leva il medico di torno!".
c'e' da rimaner veramente stupiti nell'analizzare il cock-tail di sostanze ad azione farmacologica che fanno della mela uno dei frutti da preferire in assoluto! 
COMUNICATO STAMPA DATATO 19-10-2016 (un anno esatto fa)
SCOPERTA firmata Scientific Reports effettuata da un gruppo di ricerca coordinato dall'Istituto di Scienze dell'Alimentazione del Consiglio Nazionale delle ricerche (ISA-CNR), in collaborazione con il Dipartimento di Chimica e Biologia dell'Universita' di Salerno:
" Abbiamo scoperto per la prima volta in modo specifico quali molecole antiossidanti della mela vanno ad agire e su quali specifiche proteine della cellula. i 
#polifenoli della mela ostacolano in particolare l'espressione e la replicazione del DNA nelle cellule cancerose, impedendo alla massa tumorale di crescere. inoltre abbiamo scoperto che i polifenoli agiscono sulle stesse proteine su cui agiscono alcuni farmaci antitumorali recentemente sviluppati! oltre a tecniche di chimica analitica, ci siamo avvalsi di bioinformatica e simulazioni molecolari.
le varieta' di mele utilizzate nello studio sono tre: golden delicious , red delicious e annurca."
analizziamo nel dettaglio le principali sostanze contenute nella mela alle quali sono attribuite le azioni terapeutiche:
- quercetina
- resveratrolo
- acido malico
- catechine
- betacarotene
- luteina/zeaxantina
- criptoxantina
- terpeni
- antocianidine
- vitB1. B2, C, PP, B17
- minerali/oligoelementi; zolfo,zinco, silicio, magnesio.
ogni sostanza summenzionata nella classifica, esplica azioni antiossidanti e antinfiammatorie'antitumorali.
il 
#resveratrolo e la #quercetina inibiscono i principali enzimi e fattori coinvolti nei processi infiammatori (COX-1, COX-2, ecc) e nella neoangiogenesi di cellule tumorali. contrastano ogni fase del tumore, dalla genesi, allo sviluppo, alle metastasi. il resveratrolo si e' dimostrato insieme al coenzimaQ10 e al digiuno, il piu' potente antiAGE, dimostrandosi capace di allungare la vita del 20%! 
il resveratrolo e la quercetina attivano le 
#sirtuine, enzimi della longevita' che alterano le proteine coinvolte nel processo di invecchiamento e prevengono le principali malattie degenerative (diabete, alzheimer e tumori). le sirtuine si attivano solitamente in seguito a periodi di digiuno e sono importantissime anche a scopo dimagrante poiche' esercitano effetto termogenico e intervengono nella trasformazione del grasso bianco d'accumulo, in grasso beige o marrone, utilizzati a scopo energetico. le sirtuine stimolano le cellule a produrre anche piu' mitocondri (le centrali energetiche muscolari del corpo che ossidano ossigeno e grasso), aumentando l'energia intracellulare e tengono a bada i radicali liberi generati proprio dai processi di ossidazione compiuti dai mitocondri.
resveratrolo e quercetina svolgono anche un'azione antivirale assai incisiva e, vengono utilizzati per curare epatiteC e HIV, oltre che per prevenire e trattare patologie all'apparato cardiocircolatorio: aiutano a fluidificare il sangue e a prevenire infarti e ictus, contrastando la formazione di placche trombotiche.
entrambi i polifenoli precitati esplicano azione ipoglicemizzante e la mela, rientra col the' verde, un estratto dai fagioli bianchi, e i fiori di ibisco, negli amidoresistenti o cibi che riducono l'assorbimento di glucosio.essi, inibiscono in parte l'enzima alfa-amilasi prima che possa convertire gli amidi di pasta,pane e patate in zuccheri semplici e poi in grassi. in pratica fanno si che solo una piccola porzione di carboidrati complessi venga degradata! 
TRE MELE AL GIORNO vi aiuteranno a tenere dotto controllo la glicemia e l'aumento di peso. uno studio dell'Universita' di Utrecht ha evidenziato che i figli di donne che avevano consumato elevate quantita' di mele in gravidanza presentavano un'incidenza di asma significativamente inferiore rispetto al gruppo di congrollo. non era possibile ottenere gli stessi benefici con altri tipi di frutta o coi succhi.

#luteina e #zeaxantina sono ottimi antiossidanti e antitumorali impiegati nella cura del tumore della pelle, della prostata, della mammella e del colon e della prostata. proteggono pelle e occhi dai danni dei raggi solari.
il 
#betacarotene (che verra' convertito in vitA durante i processi digestivi) e' un potentissimo antiossidante-antitumorale e detossicante (come la quercetina e il silicio) in quanto stimola la produzione di #glutatione, il piu' importante ormone antiossidante-antitumorale-detox prodotto dal ns corpo. il betacarotene esercita un effetto antiproliferativo diretto sulle cellule tumorali, sopprimendone in modo significativo sia la mobilita' che la sintesi di DNA e la proliferazione cellulare. 
la vitaminaA provoca la morte della cellula neoplastica per apoptosi attraverso la caspasi (enzima proteolitico) e la degradazione del fattore della trascrizione generale.
tra le vitamine presenti nella mela, la C riveste un ruolo di rinforzo alle azioni precitate dei polifenoli. 
nella poma della mela (pomacea) troviamo piccoli semini ricchi di amigdalina o laetrile o vitaminaB17, dalle azioni antitumorali citotossiche e proapoptotiche, ma che libera acido cianidrico durante la digestione.le cellule tumorali contengono un enzima (assente nelle cellule sane) che permette l'attivazione dell'azione anticancro della vitB17. non esagerare quindi con la posologia. la dose tossica si ha con qualche cucchiaio di semi.
anche le catechine (tipiche del cacao e del the' verde oltre che della mela) esplicano azioni antinfiammatorie-antitumorali e ipoglicemizzanti
vari studi dimostrano che il succo di mela e' un valido antitumorale per il tumore del pancreas e del fegato.
le antocianidine della buccia, che caratterizzano il colore rosso, esplicano azioni apoptotiche e antiproliferative.
la mela e' un ottimo protettore dell'apparato respiratorio e un ottimo aiuto a chi vuole limitare i danni del fumo e dell'esposizione a metalli pesanti e aria cancerogena, assai tipica delle ns citta'!
direi che ce n'e' abbastanza per inserire mele RIGOROSAMENTE BIO nella ns dieta quotidiana! 
e NON PREOCCUPATEVI DEL FRUTTOSIO delle mele, perche' dentro al frutto si trova legato alle fibre, ai nutrienti, alle vitamine e ai polifenoli (come ben visto), quindi viene assorbito molto lentamente (e senza il bisogno di insulina, infatti il fruttosio nella frutta e' insulinoindipendente) perche' viene liberato nel sangue con gradualita'!!